COME GESTIRE IL CAMBIAMENTO IN AZIENDA IN MODO PIU’ EFFICACE?

Qualunque azienda per progredire e aumentare le sue probabilità di successo deve affrontare cambiamenti, spesso complessi e a ritmi sostenuti, diversamente corre il rischio di affondare. Nonostante il cambiamento rappresenti nuove opportunità, spesso viene visto con sospetto.

Aiutare i dipendenti ad affrontare una fase di transizione attraverso percorsi mirati di coaching e mindfulness può essere un fattore decisivo per il successo dell’azienda.

Quando lavoriamo, non lasciamo a casa le nostre emozioni prima di entrare in ufficio (o prima di accendere il pc in smartworking). Per questo il cambiamento è qualcosa che va gestito dalle persone e con le persone. È fondamentale individuare e intervenire sulle due forze protagoniste di questo processo: la spinta e la resistenza al cambiamento.

Quali sono i vantaggi nel supportare e accompagnare con un percorso di coaching il tuo team e la tua azienda durante il cambiamento?

  • Coinvolgere emotivamente tutto il team verso l’obiettivo comune
  • Focalizzarsi sull’innovazione delle mansioni quotidiane delle singole persone
  • Creare un nuovo mindset innovativo e flessibile al cambiamento
  • Favorire un mood collaborativo eliminando inutili contrasti
  • Sostenere il nuovo approccio al luogo di lavoro: fisico e a distanza
  • Aumentare l’efficacia della comunicazione
  • Creare e mantenere un livello di soddisfazione più che di accettazione

SCOPRI QUAL E’ IL PERCORSO IDEALE PER AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO NELLA TUA AZIENDA

  1. TEAM COACHING PER IL CAMBIAMENTO
  2. MINDFULNESS PER MANTENERE ALTA PERFORMANCE
  3. ALLENARSI AI CAMBIAMENTI CON INTELIGENZA EMOTIVA

TEAM COACHING PER IL CAMBIAMENTO

La gran parte dei cambiamenti interni di un’azienda non va a buon fine perché non si parte
dalle persone che sono direttamente coinvolte
. Integrare nuovi comportamenti e diffondere la nuova cultura significa porre al centro la persona e le sue emozioni, e predisporre un percorso di sviluppo organizzativo che aiuti ad operare secondo le nuove necessità. Il percorso di team coaching supporta l’intero gruppo durante tutte le diverse fasi che fanno parte del cambiamento aziendale.

A CHI SI RIVOLGE:

  • Manager, leader, responsabili di business unit
  • Responsabili e professional delle Risorse Umane e del Personale
  • Imprenditori e amministratori delegati
  • Team e Manager che devono guidare o sono coinvolti in un processo di cambiamento organizzativo

PROGRAMMA:

  1. Il cambiamento organizzativo
  2. L’impatto sul team e sul clima aziendale
  3. Cambiamento individuale: focus sulla persona
  4. I principali ostacoli: resistenza al cambiamento
  5. Gestione dei processi di change management
  6. Il ruolo del leader
  7. La comunicazione efficace

MINDFULNESS PER MANTENERE ALTA PERFORMANCE

Supportare il team con un percorso di mindfulness significa aiutarlo a conquistare maggior benessere mentale ed emotivo individuale, e quindi di gruppo, e maggior focus sui risultati. Una serie di pratiche ed esercizi profondi, voli ad attingere alle risorse interne del singolo e allenarsi all’alta performance giorno dopo giorno.

A CHI SI RIVOLGE:

  • Team che vivono situazioni di forte stress
  • Team che affrontano periodicamente picchi lavorativi
  • Aziende che vogliono migliorare capacità di team-building
  • Aziende che stanno affrontando un change-management

A COSA SERVE LA MINDFULNESS?

  • Cambiare il tuo modo di pensare e sentire le tue esperienze quotidiane
  • Identificare i circoli viziosi creati dalla tua mente
  • Riconoscere le trappole mentali dei tuoi pensieri
  • Cambiare comportamenti ripetitivi che compromettono i tuoi risultati

QUALI SONO I BENEFICI DEL PERCORSO?

SVILUPPARE INTELLIGENZA EMOTIVA

  • Abilità a flessibilizzare la tua personalità
  • Migliorare la capacità di relazionarsi con gli altri
  • Conquistare una mente più equilibrata di fronte alle sfide

ALLENAMENTO ALL’ ATTENZIONE TOTALE

  • Sviluppare un’attenzione cognitiva ed emotiva
  • Maggior controllo di emozioni, reazioni e scelte
  • Coscienza piena alle esperienze vissute, nel qui e ora

CONOSCENZA E PERCEZIONE DI SE’

  • Percezione del tuo processo cognitivo ed emotivo
  • Auto osservazione dei processi mentali ed emozionali con chiarezza
  • Allenamento al self-control di fronte a situazioni di stress

ABITUDINI MENTALI POSITIVE

  • Conquista di abitudini quotidiane positive
  • Connessione e immersione nella propria sfera spirituale
  • Sviluppo di un atteggiamento mentale volto ai risultati

ALLENARSI AI CAMBIAMENTI CON INTELIGENZA EMOTIVA

Non tutti reagiscono allo stesso modo di fronte ad un cambiamento: c’è chi risponde subito con entusiasmo e disponibilità, chi ha bisogno di più tempo, chi non lo accetta e rimane ancorato a vecchi schemi lavorativi. Una cosa è certa: il successo dell’azienda dipende dalla qualità e dalla velocità di risposta al cambiamento dei suoi dipendenti. Il modo migliore per essere sempre preparati a piccoli e grandi novità durante la settimana lavorativa è allenare tutto il team a sviluppare e saper mettere in pratica hard & soft skills.

A CHI SI RIVOLGE:

  • Responsabili e professional delle Risorse Umane e del Personale
  • Team e Manager coinvolti in un processo di cambiamento organizzativo
  • Aziende che devono affrontare un change management

QUALI SONO I BENEFICI DEL PERCORSO?

  • Preparare il team ad affrontare anche cambiamenti inattesi in tempi brevi
  • Potenziare la mentalità vincente della collaborazione all’interno del team
  • Allenare le competenze emotive e comportamentali più richieste per stare al passo con continui e costanti cambiamenti
  • Migliorare il benessere lavorativo quotidiano del singolo

PROGRAMMA

  • LE COMPETENZE DEL FUTURO: quali sono e come metterle in pratica nella vita lavorativa quotidiana
  • INTELIGENZA EMOTIVA: gestire l’impatto del cambiamento organizzativo su persone, prestazioni individuali e clima aziendale
  • IL POTERE DEL FEEDBACK: aumentare la performance del team con rapporti intelligenti e cooperativi
  • COMUNICAZIONE E ASCOLTO RECIPROCO: strumenti potenti di comunicazione verbale e non verbale