LA MOTIVAZIONE PERSONALE NON BASTA

La maggior parte delle persone crede che essere motivati al raggiungimento di un obiettivo sia l’atteggiamento indispensabile per raggiungerlo. In realtà la motivazione personale non è sufficiente. Quante volte ti sei sentito altamente motivato, pronto all’azione, hai mosso entusiasta i primi passi e poi hai lasciato perdere? Quante volte non hai nemmeno iniziato?

È molto facile motivarsi, soprattutto quando si tratta di una novità che vogliamo introdurre nella nostra vita. Ma se bastasse essere motivati per raggiungere determinati risultati li raggiungeremmo tutti, e li raggiungeremmo subito. E invece un’altissima percentuale di persone inizia e non conclude. La famosa dieta, l’attività fisica regolare, la meditazione, uno stile alimentare sano e costante, ci siamo tutti già sentiti motivatissimi e convinti di intraprendere almeno una di queste nuove attività e routine, senza però mantenerle, fermandoci a metà percorso, o forse anche molto prima.

PER QUALE MOTIVO INIZIAMO E NON TERMINIAMO?

Quando agiamo sulla spinta della motivazione, dobbiamo ricordarci molto bene di una cosa: la motivazione dura poco. Ha miccia breve. Ci vuole ben altro per mantenere la costanza del nostro impegno e del nostro focus. Ci sono due fattori indispensabili per il perseguimento di un risultato: il perché e il progresso.

Il perché è il tuo combustibile quotidiano. È sapere e avere perfettamente chiaro il motivo vero per cui hai deciso di ottenere un risultato diverso in quella particolare area della tua vita. È visualizzare ogni giorno la versione di te stesso che ha già ottenuto quello che voleva, la versione di te che sta già vivendo quel tipo di routine come un’abitudine sana consolidata, è portare alla mente la versione di te che sta beneficiando dei suoi sforzi e che non ha mai dubitato di poterci arrivare. Avere un perché molto chiaro fa un’enorme differenza tra il fare qualcosa per il gusto di farlo e il fare qualcosa perché so esattamente come starò e come mi sentirò una volta ottenuto il mio scopo.

Quando il tuo perché è talmente chiaro che niente e nessuno può convincerti del contrario o distogliere la tua energia da questo traguardo, si innesca il progresso. Questo è il vero e più potente motivatore che tu possa mai sperimentare. Non c’è libro, corso, video motivazionale che più ti possa stimolare a continuare del progresso.

COME FUNZIONA IL PROGRESSO?

Il progresso è il vero indicatore del tuo successo. È contrassegnato dal tuo sempre continuo aumento di capacità e potenzialità. È qualcosa di tangibile, più fai, più capisci che fare è l’unico modo per ottenere ciò che vuoi, più continui a fare. Ma non è la motivazione di per se che ti muove, è il fatto di vedere tu stesso, di vivere sulla tua pelle, quello che sei in grado di attivare facendo almeno il primo passo. Il progresso attiva automaticamente la tua disciplina. Per cui è possibile raggiungere risultati anche se la tua motivazione non è più alle stelle. E soprattutto non abbandonare a metà percorso perché questa era l’unica leva che ti spronava. Quando agisci in base ai risultati derivanti dal tuo continuare ad agire il progresso è già innescato. Non ti serve essere motivato. A quel punto, senza che tu te ne accorga, stai già entrando nella costruzione di un’abitudine.

Se aspiri davvero a migliorarti ricordati che chi ci riesce inizia per concludere, non tanto per fare qualcosa. La prossima volta che decidi di intraprendere un cambiamento, una nuova attività, la prossima volta che vorrai dedicarti o riprendere in mano una disciplina, un miglioramento che richiede costanza e persistenza, rimanda al tuo inconscio l’immagine del tuo perché. Dopo di che osserva il progresso che si manifesta sin da subito. Essere motivati significa avere l’intenzione di iniziare qualcosa, conoscere il tuo perché e innescare il tuo progresso significano farlo per davvero e soprattutto continuare a farlo.

Pensa al tuo perché, inizia, vivi il tuo progresso e continua!

Se ti può aiutare sapere come faccio ad iniziare e portare a termine scrivimi qui.

Elisa Anna

Rispondi